M5S, meno rifiuti e più lavoro: approvato il recupero del plasmix

Un’altra bella vittoria del MoVimento 5 Stelle: l’approvazione in manovra dell’emendamento, a prima firma Stefano Vignaroli, che di fatto rende realtà il recupero del plasmix in Italia e che sarà una svolta sia dal punto di vista ambientale che economico.

Da oggi le aziende che compreranno o useranno prodotti realizzati con materiali derivanti da plastiche miste e cdr -che così non saranno portate a incenerimento-, avranno un credito d’imposta del 36% delle spese sostenute.
Fino ad ora, l’incenerimento ha assorbito milioni di euro di incentivi, mentre il recupero della materia no. Questo ha comportato che, su 5 milioni di plastiche immesse in un anno, solo 350 mila tonnellate vengano recuperate come materia.

L’approvazione di questo provvedimento è un primo fondamentale passo per avviare una filiera economica che ha tutti i numeri per essere un asse portante delle politiche economiche green dei prossimi anni. E’ stato creato un fondo ad hoc per questo, da un milione di euro per gli anni fino al 2020. Avremmo ovviamento preferito tutti un fondo più cospicuo, ma è comunque un primo passo. Adesso tutto il M5S si impegnerà affinchè i decreti attuativi siano emanati prima possibile.

Berlusconi copia il reddito di cittadinanza…dopo averlo ostacolato per anni

Come una fotocopiatrice impazzita Berlusconi copia il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle.

Questo avviene dopo che in questi anni Forza Italia insieme al Pd ha ostacolato in ogni modo , al Senato e alla Camera la nostra proposta.

Una proposta dal costo certificato dall’Istat di 14,9 miliardi, che prevede un reddito minimo di 780 euro a chi vive sotto la soglia di povertà. Il sostegno, per chi è in in età lavorativa, è vincolato alla formazione professionale ed alla ricerca di un posto di lavoro. Sono anche previsti sgravi fiscali per i giovani assunti.

Una proposta, quella del Movimento 5 Stelle, che prevede anche la riforma dei centri per l’impiego pubblici.

Forza Italia ha sempre votato contro agli emendamenti del Movimento 5 Stelle per introdurre questa misura ed ha sempre detto ‘no’ alle nostre mozioni per calendarizzare la legge.

A Berlusconi che copia diciamo: aspettiamo di vedere come voteranno i parlamentari di Forza Italia (lui non può essere eletto è un condannato!) nella prossima legislatura.
Vedremo come voteranno sulla proposta di legge di reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle….

Berlusconi per cercare di nascondere il fatto che stava goffamente copiando il Movimento 5 Stelle, ha utilizzato il termine “reddito di dignità”.

Gli è andata male una seconda volta.

C’è infatti un secondo abuso da parte di Berlusconi. La parola ‘Reddito di dignità’ è il nome della campagna promossa da Libera-Gruppo Abele per il reddito minimo/di cittadinanza, alla quale il Movimento 5 Stelle ha aderito mentre non c’è mai stata nessuna adesione da parte di Forza Italia.

Se il condannato per frode fiscale Berlusconi vuole fare una cosa dignitosa la smetta di prendere in giro gli italiani.

Marina di Modica valore aggiunto per il turismo locale

Per marina di Modica si può fare di più

 

Parte da Marina di Modica l’impresa dei 5 stelle per la conquista del Comune alle prossime elezioni del 10 giugno 2018.
Ieri si è svolto un Gazebo del M5S in cui sono state illustrate le proposte per la frazione marinara.
La destagionalizzazione dei flussi turistici deve andare oltre i tre mesi estivi. Per questo sono state studiate dai 5 stelle, sentiti gli operatori del settore e gli abitanti, alcune proposte per allungare la stagione estiva.
Tra queste la creazione di un ufficio turistico nei locali dell’ex piscina e un lavoro sinergico con l’arena adiacente, per la promozione di due grandi eventi culturali l’anno che portino beneficio agli operatori economici. Restyling di Piazza Mediterrano, creazione di nuovi parcheggi adeguati a sostenere i picchi di affluenza estivi collegati con navette al centro della frazione.
Ci sono anche impegni relativamente al “Moletto” attualmente inagibile, per sostenere i cittadini amanti del mare che possiedono piccole imbarcazioni o praticano sport marini.
E’ prevista la pulizia e dei 5 km di costa che garantiranno la creazione di un percorso naturalistico immerso nella macchia mediterranea dal Maganuco fino ai confini amministrativi nei pressi del Pisciotto. Particolare attenzione alla sicurezza dei cittadini e delle abitazioni, spesso oggetto di furti e vandalismi, mentre sul piano della protezione dell’ambiente verranno implementati i controlli da parte degli organi preposti.
L’amminstrazione a 5 stelle interverrà anche sulla manutenzione straordinaria delle reti idriche e aumenterà i controlli sugli sversamenti di liquami nella costa.
Infine verrà promossa la creazione di un portale di prenotazione on line per i turisti, per favorire vacanze tutto l’anno nella frazione marinara.
Un piano, quello del M5S volto a promuovere più servizi per turisti e residenti e rendere Marina il fiore all’occhiello del turismo della Contea.

Carlo Cartier designato candidato sindaco dall’assemblea del laboratorio 5 stelle di Modica.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso
Carlo Cartier designato candidato sindaco dall’assemblea del laboratorio 5 stelle di Modica.

Sarà Carlo Cartier, attore e attuale direttore artistico a titolo gratuito del Teatro Garibaldi, il candidato sindaco proposto da laboratorio dei 5 stelle di Modica.
La sua candidatura è ora al vaglio del M5S nazionale per il nulla osta e verrà ufficializzata a breve con una conferenza stampa.
Il Laboratorio 5 stelle con Cartier vuole mettere al centro dell’azione amministrativa le opportunità di sviluppo turistico/ culturale attraverso la pianificazione, la concertazione con le categorie e la promozione degli eventi, con particolare attenzione alle opere strutturali necessarie al territorio per cogliere appieno le mille sfumature di questo fenomeno che crea benessere economico e sociale.
Cartier ha espresso particolare apprensione verso tutti i cittadini che faticano ad arrivare alla fine del mese, verso chi perde la casa o il lavoro anche in età avanzata. Ci sono anche troppe piccole imprese, tirate su con il sudore di anni di lavoro, che oggi sono in difficoltà.
A loro il Comune deve venire incontro, agendo in maniera decisa per tutelare imprese e cittadini dalla crisi economica. Nessuno deve rimanere indietro è uno dei punti saldi del M5S, per questo è necessario farsi portavoce verso le altre istituzioni dei bisogni e delle aspirazioni dei cittadini, in sinergia con gli altri comuni iblei.
Modica deve tornare a contare nella politica regionale e nazionale, condizione senza la quale ogni sforzo viene vanificato come dimostrano la chiusura del Tribunale e del Carcere e gli attacchi all’ospedale Maggiore, mentre i servizi pubblici rischiano di essere ulteriormente privatizzati a vantaggio di pochi e a scapito dei cittadini.
Modica ha enormi potenzialità che vanno opportunamente valorizzate, per tornare ad essere la città di riferimento culturale ed economico della Sicilia Orientale.


Log In

Seguici su FB