Carlo Cartier designato candidato sindaco dall’assemblea del laboratorio 5 stelle di Modica.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso
Carlo Cartier designato candidato sindaco dall’assemblea del laboratorio 5 stelle di Modica.

Sarà Carlo Cartier, attore e attuale direttore artistico a titolo gratuito del Teatro Garibaldi, il candidato sindaco proposto da laboratorio dei 5 stelle di Modica.
La sua candidatura è ora al vaglio del M5S nazionale per il nulla osta e verrà ufficializzata a breve con una conferenza stampa.
Il Laboratorio 5 stelle con Cartier vuole mettere al centro dell’azione amministrativa le opportunità di sviluppo turistico/ culturale attraverso la pianificazione, la concertazione con le categorie e la promozione degli eventi, con particolare attenzione alle opere strutturali necessarie al territorio per cogliere appieno le mille sfumature di questo fenomeno che crea benessere economico e sociale.
Cartier ha espresso particolare apprensione verso tutti i cittadini che faticano ad arrivare alla fine del mese, verso chi perde la casa o il lavoro anche in età avanzata. Ci sono anche troppe piccole imprese, tirate su con il sudore di anni di lavoro, che oggi sono in difficoltà.
A loro il Comune deve venire incontro, agendo in maniera decisa per tutelare imprese e cittadini dalla crisi economica. Nessuno deve rimanere indietro è uno dei punti saldi del M5S, per questo è necessario farsi portavoce verso le altre istituzioni dei bisogni e delle aspirazioni dei cittadini, in sinergia con gli altri comuni iblei.
Modica deve tornare a contare nella politica regionale e nazionale, condizione senza la quale ogni sforzo viene vanificato come dimostrano la chiusura del Tribunale e del Carcere e gli attacchi all’ospedale Maggiore, mentre i servizi pubblici rischiano di essere ulteriormente privatizzati a vantaggio di pochi e a scapito dei cittadini.
Modica ha enormi potenzialità che vanno opportunamente valorizzate, per tornare ad essere la città di riferimento culturale ed economico della Sicilia Orientale.

La Sicilia vede solo Stelle: 28 a 0

I dati definitivi dei collegi plurinominali devono ancora arrivare, una cosa però è certa: in Sicilia il Movimento 5 Stelle conquista 28 seggi uninominali su 28. Un’apoteosi (come direbbe Alessandro Di Battista). Un vero e proprio cappotto!

La Sicilia ha sempre dimostrato di essere pronta al cambiamento, un cambiamento mancato (per poco) a novembre per colpa degli impresentabili e dei loro voti inquinati, e che oggi – con quasi il 50% di preferenze al M5S – ha avuto la sua rivincita.

Adesso i siciliani possono contare su un esercito a 5 stelle pronto a rappresentare al meglio, e come mai prima, la nostra amata Sicilia.

 

Votazione Rousseau 2018

Domani martedì 16 gennaio e mercoledì 17 gennaio dalle ore 10 alle ore 21 si terranno le consultazioni online su Rousseau per le parlamentarie del MoVimento 5 Stelle.

Nel caso si creasse, per la grande partecipazione, l’effetto di coda virtuale ai seggi nelle ultime ore che potrebbe causare difficoltà ad accedere al sito, la scadenza sarà prorogata e sarà possibile votare fino alle 14 di giovedì 18 gennaio. In ogni caso si suggerisce di non aspettare all’ultimo per votare.

Ogni iscritto potrà esprimere tre preferenze per i candidati nel proprio collegio plurinominale alla Camera e tre preferenze per quelli nel proprio collegio plurinominale al Senato. Possono partecipare alle votazioni tutti gli iscritti alla nuova Associazione MoVimento 5 Stelle con documento certificato.

Gli iscritti da questo momento in poi non potranno più fare modifiche al profilo fino alla fine delle votazioni. Non verranno certificati ulteriori documenti per nuove iscrizioni.

Buona partecipazione a tutti!

http://www.movimento5stelle.it/index.html

Rifiuti, così abbiamo normalizzato Roma dopo anni di disastri

di Pinuccia Montanari, Assessore all’Ambiente di Roma

A Roma il sistema di raccolta ha tenuto, pur di fronte all’impennata di produzione dei rifiuti del periodo natalizio. Siamo intervenuti riportando le situazioni di criticità alla normalità. Le polemiche non ci interessano e soprattutto non interessano ai cittadini.

Le dichiarazioni di politici e rappresentanti delle istituzioni, del tipo “Abbiamo salvato Roma invasa dai rifiuti”, fanno sorridere perché sono una sorta di autoaccusa. Coloro che oggi puntano il dito hanno delle gravi responsabilità per la situazione impiantistica di Roma. Noi stiamo lavorando in silenzio ed abbiamo invertito la rotta. Sono pronti tre progetti, per le cui aree abbiamo avviato l’iter.

Confidiamo di depositare in Regione tutto entro gennaio 2018.

Stiamo dando in Ama risposte strutturali per rilanciare l’azienda.

Pizzarotti ha dichiarato che in 6 anni ha raggiunto l’80% di raccolta differenziata in una città che è grande soltanto come uno dei 15 Municipi di Roma. Noi porteremo la raccolta differenziata porta a porta a 490.000 abitanti nei prossimi tre mesi e arriveremo nel corso del 2018 a 1,2 ,milioni di cittadini. Il primo test con il quale ci siamo misurati, il porta a porta nel quartiere ebraico, ha portato ottimi risultati: l’85% di raccolta differenziata e nessun rifiuto a terra. E stiamo procedendo in quella direzione. Quindi le accuse di inefficienza le rispediamo al mittente.

In questa necessaria fase di transizione speriamo finisca l’era dei presunti ricatti o delle pressioni indebite. Nel rispetto della normativa abbiamo attivato tutte le azioni necessarie a mantenere in sicurezza Roma, a partire dall’accordo con diverse regioni nel rispetto dei principi di prossimità ed economicità come vuole la legge. L’Emilia Romagna è rientrata in un profilo di misura cautelativa. E di certo la sottoscritta non ha mai contattato aziende, tanto meno in Emilia Romagna perché non rientra nei miei compiti istituzionali, come invece falsamente ha dichiarato qualcuno.

In pochi mesi stiamo recuperando anni persi, decenni di ritardi. La vera risposta ai problemi di Roma sta nella programmazione che stiamo attuando sia per quanto riguarda la raccolta che l’impiantistica. Sulla raccolta stiamo procedendo a tambur battente, sull’impiantistica anche.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg


Log In

Seguici su FB