REGOLAMENTO INTERNO

REGOLAMENTO DEL MEETUP.

MEETUP “GRILLI MODICESI” (ex modicani)

www.modica5stelle.it   *****

REGOLAMENTO INTERNO

Il presente documento definisce la struttura e il funzionamento del Meetup “Grilli Modicesi”.

 

PREFAZIONE 

Come  in  tutti  i  gruppi  di  persone  bisogna  darsi  delle  regole  (scelte  a  maggioranza  ma  che  non  vadano contro il non statuto) e rispettarle anche se personalmente siamo contrari.  Scopo del presente regolamento è quello di garantire  che l’azione degli attivisti e dei simpatizzanti sia al di sopra  dei  propri  interessi  personali,  nella  tutela  del  Movimento,  e  dei  principi  di  democrazia  e  di partecipazione che in esso sono riconosciuti, garantendo la partecipazione dei cittadini, al fine di favorire un cambiamento della politica e della pubblica amministrazione, chiamate a garantire la tutela del bene comune.
E’ vincolante per tutti gli attivisti  e costituisce valore comportamentale per tutti i simpatizzanti iscritti al meetup grilli Modicesi. Il meetup “Grilli Modicesi” si ispira a principi di onestà, legalità, etica, laicità, competenza e trasparenza, pur mantenendo la propria autonomia, si riconosce nel “Movimento 5 Stelle”, nel Non Statuto, nella Carta di Firenze e ne rappresenta l’espressione per la Città di Modica.
Ogni  forma  di  protagonismo  e  di  partecipazione  al  solo  fine  di  una  personale visibilità e interesse è motivo di esclusione dal Meetup “GRILLI MODICESI”.

Art.1 . Finalità 

 Gli scopi del presente regolamento interno sono:
  • Tutelare il meetup “GRILLI MODICESI”, il suo programma, gli eletti, gli attivisti e i simpatizzanti da denigrazioni, attacchi, delegittimazioni e diffamazioni;
  • Garantire  la  libertà  di espressione  e  il confronto  di idee,  nel  rispetto  della  Legge  e  del  presente regolamento;
  • Dotare il meetup “GRILLI MODICESI” di uno strumento chiaro e semplice per delineare i confini oltre i quali l’assemblea potrà adottare provvedimenti disciplinari;
  • Garantire la massima partecipazione, motivazione, trasparenza e democrazia.

Art.2 – Ambito di applicazione 

Per permettere il regolare svolgimento delle attività del meetup “Grilli Modicesi”, i dibattiti e i confronti dovranno  tenersi  nel  rispetto  del  principio  democratico  che  “uno  vale  uno”  ed  essere  incentrati  sul confronto/valutazione delle idee senza entrare nella sfera personale degli individui. Pertanto  è  vietato  arrecare  danno  alla  persona  usando  toni  denigratori  o  dispregiativi  riferiti  alla  sfera personale e non alle idee da essa espresse.
Sarà  sottoposto  a  procedimento  disciplinare  colui  al  quale  siano  imputabili  comportamenti  diffamatori, denigratori,  offensivi  o  calunnia  perpetrata  attraverso  qualsiasi  mezzo,  nei  confronti  del  meetup  “Grilli Modicesi” o di altre persone.  L’uso degli strumenti di comunicazione di massa quali web, stampa, e-mail, telefono, piattaforma facebook, deve essere funzionale alla promozione del gruppo. Il coordinamento delle attività proprie del movimento deve avvenire nel rispetto del confronto democratico ed essere funzionale alla divulgazione dei principi e dei contenuti del M5S. Ogni abuso sarà valutato dall’Assemblea Generale Straordinaria in base al seguente regolamento.

Art.3 – Modalità di segnalazione e denuncia di comportamenti scorretti

Chi intenda denunciare eventuali comportamenti scorretti all’assemblea, deve farlo esplicitando nomi e fatti, documentando prove, evitando accuse generiche, illazioni e falsità. Nel caso in cui la denuncia necessiti di particolari approfondimenti, è facoltà dell’assemblea istituire un’apposita commissione con il compito di appurare la fondatezza di quanto denunciato, valutarne la gravità e proporre eventuali provvedimenti disciplinari.
In tutti i casi l’assemblea generale straordinaria procederà nell’applicazione di quanto previsto dalla Legge dello Stato e dal presente regolamento.


Art.4 – Potestà disciplinare

Spetta all’assemblea generale straordinaria la potestà di intraprendere l’azione disciplinare nei confronti del soggetto che si renda responsabile di violazioni delle norme che regolano la vita del meetup “Grilli modicesi” al suo interno, sia di scelte politiche non discusse e approvate dall’assemblea, così come previsto all’art.15 del presente regolamento. Le sanzioni che potranno essere irrorate saranno proporzionate alla gravità dei fatti commessi e terranno conto anche della eventuale reiterazione di comportamenti non conformi alle regole e ai principi ispiratori del M5S, nonché di ogni specifica circostanza, soggettiva ed oggettiva, che ha concorso a determinare al comportamento contestato.

L’assemblea adotterà, in funzione della gravità del comportamento, il provvedimento ritenuto più idoneo che potrà anche comportare la sospensione temporanea o definitiva dall’azione nel meetup “Grilli modicesi” o da alcuni compiti assegnati.

TORNA IN ALTO


Art.5 – Responsabilità disciplinare

La responsabilità disciplinare discende dall’inosservanza dei doveri e dei compiti assegnati dall’assemblea puntualmente definiti e riportati nel verbale di assemblea, indipendentemente dal grado di volontarietà delle condotta tenuta, anche se omissiva. Oggetto di valutazione è il comportamento complessivo tenuto, o meno, in relazione alle circostanze, ai fatti e alle persone ed in ogni caso ai soggetti coinvolti. Nel caso di vari addebiti, gli stessi possono essere discussi e valutati complessivamente nell’ambito dello stesso procedimento.

L’attivista sarà sottoposto a procedimento disciplinare anche se i fatti di cui si sia reso responsabile, non riguardano l’attività connessa al ruolo assunto o all’attività all’interno del meetup “Grilli Modicesi”, quando tali fatti abbiano ripercussione sulla reputazione e/o compromettano o possano compromettere l’immagine del gruppo, dei suoi rappresentanti o dei simpatizzanti. L’attivista non deve assumere comportamenti scorretti finalizzati al procacciamento di fama personale a discapito del gruppo o di altri attivisti. La pubblicità e l’informazione concernenti l’attività dell’attivista o del gruppo, devono essere ispirati a criteri di trasparenza e tutela dell’immagine dello stesso e delle sue finalità.

TORNA IN ALTO


Art.6 – Disposizioni in deroga

Nessun comportamento, di chiunque, potrà mai essere inteso come deroga tacita o esplicita del presente regolamento. Ogni diversa disposizione potrà essere emanata solo ed esclusivamente dall’assemblea generale straordinaria degli attivisti.

TORNA IN ALTO


Art. 7 – Definizioni e mansioni

A) GRUPPI di LAVORO

  • Formazione: I gruppi di lavoro si formano per rispondere attivamente alle tematiche del gruppo stesso ed a quelle presenti sul nostro territorio.
  • Composizione: I gruppi sono composti da attivisti certificati che a loro volta possono in totale autonomia avvalersi di “consulenze e/o aiuti esterni“ gratuite.
  • Finalità: I gruppi si propongono di studiare ed elaborare proposte sui vari argomenti di loro competenza, in modo tale da contribuire in modo fondamentale alla realizzazione di un programma elettorale.
  • Funzionamento: I gruppi devono dotarsi di un responsabile pro-tempore che ha il compito di farsi parte attiva nella formazione dell’ordine del giorno e nell’indire le riunioni. Ogni argomento trattato e che venga portato in discussione all’interno del meetup “Grilli modicesi“ si avvarrà di un relatore individuato tra i componenti del gruppo di lavoro stesso. La durata dell’incarico dovrebbe essere tale da consentire un affiancamento da parte del futuro responsabile pro-tempore, in modo da evitare rallentamenti nell’attività del gruppo stesso.

B) FIGURE E RUOLI

  • Simpatizzanti: Sono tutte le persone fisiche maggiorenni, di qualsiasi nazionalità, che rilascino il proprio nominativo sul sito, presso i gazebo e/o durante le assemblee pubbliche del meetup “Grilli modicesi”. Il simpatizzante può partecipare ad iniziative quali le assemblee pubbliche, i gazebo, i gruppi di lavoro aperti e gli eventi.
  • Attivisti: Sono i simpatizzanti che hanno dato sostegno all’attività del meetup “Grilli modicesi” per almeno due mesi consecutivi e che hanno portato a termine un progetto all’interno del gruppo di lavoro, nonchè partecipato a diversi gazebo. Il simpatizzante che desidera diventare attivista, può inoltrare domanda di ammissione al gruppo attivisti e presentarla durante l’assemblea generale ordinaria. Questa verrà approvata tramite apposita votazione. Al momento dell’ingresso al gruppo, il nuovo attivista, dovrà dichiarare di non far parte di altri partiti politici, movimenti o associazioni con finalità in contrasto con quelle del meetup “Grilli Modicesi”, di aderire fermamente al “Programma nazionale” del Movimento 5 stelle reperibile sul sito www.beppegrillo, al “Non Statuto” alla “Carta di Firenze”, al presente “Regolamento Interno”, dare il consenso all’uso dei dati personali nei modi e nelle forme previste dalla legge, registrarsi e certificarsi al sito nazionale www.movimento5stelle.it. L’iscrizione al meetup “Grilli Modicesi” ha validità annuale e va riconfermata nei termini previsti nell’art. 5. L’attivista può allontanarsi dal meetup “Grilli Modicesi” in qualsiasi momento, dandone comunicazione all’assemblea generale ordinaria, che ne prenderà atto nella prima riunione utile. L’iscrizione e la cancellazione dal meetup “Grilli Modicesi” avvengono in forma scritta ed hanno effetto dal momento dell’approvazione da parte dell’assemblea generale ordinaria. Nel caso in cui un attivista venga dichiarato decaduto in applicazione di quanto disposto dall’art. 4 lettera c), non potrà più far parte degli attivisti del meetup “Grilli Modicesi”.
  • Garante: E’ l’attivista che ha il compito di vigilare sul rispetto del regolamento e di convocare l’assemblea generale straordinaria. S’impegna a partecipare almeno alla metà delle assemblee previste nell’arco di un mese. In caso di sua assenza dovrà essere sostituito dal vice garante o da un attivista appositamente delegato. Il garante, o chi ne fa le veci, ha il potere di sospendere l’assemblea nei casi in cui il suo normale svolgimento ne sia compromesso.
  • Vice garante: E’ l’attivista che in caso di assenza del garante, lo sostituisce nella conduzione delle assemblee.
  • Verbalizzatore: E’ l’attivista che ha il compito di redigere e custodire i verbali assembleari e gli elenchi delle persone presenti in assemblea, avvalendosi anche di collaboratori scelti tra gli attivisti. Il verbalizzatore custodisce l’elenco dei nominativi degli attivisti ed è il responsabile del trattamento dei dati personali che dovrà avvenire nei modi, nelle forme e nei limiti previsti dalla legge. Si relaziona con gli organizer e gestori delle piattaforme informatiche del meetup “Grilli Modicesi” (Sito web, piattaforma facebook, meetup, youtube e affini) e conserva la documentazione inerente. Comunica all’assemblea generale ordinaria i nominativi degli attivisti decaduti a seguito di assenza non giustificata per di più di tre volte consecutive dall’assemblea degli attivisti.
  • Responsabile operazioni sul territorio: E’ l’attivista che organizza la logistica per le assemblee, permessi autorizzativi comunali, gazebo ed altri eventi. Quando è necessario forma un apposito gruppo di lavoro.
  • Responsabile stampa locale: E’ l’attivista che gestisce e segnala gli articoli, sia cartacei che in formato elettronico, i comunicati stampa inerenti l’interesse del gruppo.
  • Coordinatore progetti: E’ l’attivista che segue tutte le attività di progettazione e assicura che i referenti tengano aggiornato il gruppo organizzazione, fungendo altresì da supporto ai gruppi di lavoro.
  • Gestore delle donazioni: E’ l’attivista che redige il bilancio del gruppo e custodisce il patrimonio economico del meetup “Grilli Modicesi”, con assoluta diligenza e trasparenza, relazionando all’assemblea generale ordinaria ogni 15 giorni il conto delle entrate e delle uscite. Custodisce diligentemente tutta la documentazione relativa alle donazioni e alle spese, riportando gli importi su un apposito registro che è a disposizione su richiesta di tutti gli attivisti. Redige il bilancio e ne chiede l’approvazione all’assemblea generale straordinaria. Può avvalersi di collaboratori scelti tra gli attivisti.
  • Organizer e co-organizer: Sono gli attivisti che seguono tutto ciò che riguarda la rete, devono avere i codici di accesso al meetup, ed in collaborazione con il responsabile grafica e multimedialità si occupano di diffondere al meglio i messaggi creati. Amministrano la piattaforma meetup, pubblicano gli eventi in programma via facebook e si occupano della loro organizzazione e comunicazione. E’ compito di uno degli organizer convocare l’assemblea generale ordinaria e redigere l’ordine del giorno in base alle richieste pervenute dagli attivisti.
  • Responsabile web: E’ l’attivista che amministra e dirige tutto ciò che riguarda le pagine facebook, il sito web del gruppo, la grafica dei manifesti, volantini e quanto concerne l’ambito del web.
  • Cariche ordinarie: Sono gli attivisti ai quali l’assemblea generale straordinaria ha affidato le mansioni di Garante, Vice garante, Gestore delle donazioni, Verbalizzatore, Organizer, Co-organizer, Responsabile operazioni sul territorio, Responsabile web, Coordinatore progetti, Responsabile acquisti e Responsabile stampa locale.
  • Moderatore: E’ l’attivista che garantisce il regolare svolgimento delle assemblee. Viene eletto tra i presenti all’inizio di ogni assemblea, possibilmente a rotazione. Stabilisce la durata e l’ordine degli interventi e propone la precedenza degli argomenti. E’ suo compito far si che l’ordine del giorno venga rispettato ed evaso nell’arco della durata dell’assemblea; eventuali argomenti di minore importanza non trattati, verranno discussi nell’assemblea successiva.
  • Responsabile acquisti: E’ l’attivista che gestisce in sintonia con il gestore delle donazioni gli acquisti che il gruppo intende fare. La delibera di acquisto deve sempre essere sottoposta all’assemblea generale degli attivisti. Non ha facoltà di spesa a titolo personale.
  • Assemblea Generale: Organo sovrano composto da tutti gli attivisti.
TORNA IN ALTO


Art. 8 – Decadenza della figura di attivista 

La decadenza della figura di attivista avviene nei casi di:

  1. Non conferma dell’iscrizione gratuita annuale al meetup “Grilli Modicesi”;
  2. Richiesta di cancellazione da parte dell’attivista stesso;
  3. Intervento disciplinare di espulsione dal meetup “Grilli Modicesi” da parte dell’assemblea generale straordinaria;
  4. Per assenza non giustificata per più di n° 3 assemblee consecutive.
TORNA IN ALTO


Art. 9 – L’assemblea generale ordinaria

Spettano all’assemblea generale ordinaria:

  • L’approvazione dell’iscrizione degli attivisti;
  • La presa d’atto della cancellazione su richiesta dell’attivista;
  • La presa d’atto della revoca della carica di attivista nei casi di cui all’art. 4 punti a), b), d);
  • La presa d’atto dei responsabili dei gruppi di lavoro;
  • Le delibera di assegnazione degli incarichi di gestione delle piattaforme informatiche;
  • L’approvazione del verbale della seduta precedente;
  • Quanto altro non di competenza dell’assemblea generale straordinaria.

Le deliberazioni dell’assemblea generale ordinaria vengono prese a maggioranza dagli attivisti presenti. Possono partecipare al voto anche attivisti non presenti fisicamente ma in contatto diretto con l’assemblea tramite (es. via chat, telefono o videochiamate Skype). Su richiesta, da presentare all’assemblea, chiunque può assistere all’assemblea generale ordinaria in qualità di auditore, senza diritto di voto. Le decisioni assunte sono verbalizzate in un apposito registro, cartaceo o elettronico, tenuto dal verbalizzatore, o da persona da lui delegata.

TORNA IN ALTO


Art.10 – Validità dell’assemblea generale ordinaria

L’assemblea generale ordinaria è valida in presenza di almeno il 50% + 1 degli Attivisti.

TORNA IN ALTO


Art.11 – L’assemblea generale straordinaria

Spettano all’assemblea generale straordinaria:

  • Il rinnovo dell’iscrizione gratuita di tutti gli attivisti;
  • L’approvazione del rendiconto donazioni;
  • La nomina/rinnovo delle cariche ordinarie;
  • Le modifiche al presente regolamento;
  • Gli interventi disciplinari in base al presente regolamento;
  • La revoca della qualifica di attivista nel caso di cui all’art.4 lettera c);
  • La nomina dei portavoce del gruppo e dei candidati alle competizioni elettorali.

L’assemblea generale straordinaria deve essere convocata almeno una volta l’anno. La convocazione deve pervenire a tutti gli attivisti, almeno 10 giorni prima della data stabilita dall’assemblea generale ordinaria, e deve contenere apposito ordine del giorno deliberato. La convocazione dell’assemblea generale straordinaria può essere altresì convocata su richiesta di almeno 1/3 degli attivisti. La domanda dovrà essere presentata all’assemblea generale ordinaria, che ne approverà l’ordine del giorno e la contestuale data di convocazione.

Le votazioni durante le assemblee avvengono per lo più per alzata di mano, salva diversa decisione presa durante la seduta stessa, e le decisioni sono approvate a maggioranza dei presenti. Le deliberazioni dell’assemblea generale straordinaria sono verbalizzate in un apposito registro, in forma cartacea o elettronica, tenuto dal verbalizzatore o da un suo delegato.

TORNA IN ALTO


Art.12- Validità dell’assemblea generale straordinaria

L’Assemblea generale straordinaria è valida con la presenza di 1/3 degli Attivisti.

TORNA IN ALTO


Art.13 – Regolamento della assemblea generale ordinaria

L’assemblea generale ordinaria è convocata dagli Organizer tramite la piattaforma meetup, attraverso la pubblicazione dell’ordine del giorno, almeno 3 giorni prima della data stabilita, salvo diverse indicazioni. Alla riunione può partecipare chiunque nelle forme stabilite dall’art.5 comma 3, salvo diverse indicazioni. Le assemblee con più di 10 attivisti devono essere obbligatoriamente gestite da un moderatore. Le votazioni durante le assemblee avvengono per lo più per alzata di mano, salva diversa decisione presa durante la seduta stessa, e le decisioni sono approvate a maggioranza degli attivisti presenti. Eventuali abrogazioni o modifiche di decisioni approvate, possono avvenire solo in presenza di un numero maggiore o uguale di attivisti, rispetto a quelli presenti al momento della prima votazione.

TORNA IN ALTO


Art.14 – Dimissioni dalle carche ordinarie

Le dimissioni devono essere presentate in forma scritta all’assemblea generale ordinaria, che ne prende atto alla prima data utile in assemblea. La cessazione dalla carica diventa esecutiva dalla data di nomina del sostituto da parte dell’assemblea generale straordinaria.

Art.15 – Provvedimenti disciplinari

Gli attivisti che non rispettano il presente regolamento interno, possono essere oggetto di provvedimento disciplinare richiesto dal garante o da 1/3 degli attivisti presenti in assemblea. L’assemblea generale straordinaria è l’organo preposto ad adottare gli eventuali provvedimenti disciplinari suggeriti dal garante o da 1/3 degli attivisti.

TORNA IN ALTO


Art.16 – Modifiche al regolamento interno

Le modifiche al presente regolamento interno devono essere presentate per iscritto al garante e inserite all’ordine del giorno della convocazione dell’assemblea generale straordinaria.

TORNA IN ALTO


Art.17 – Disposizioni in deroga

Nei quattro mesi antecedenti importanti appuntamenti elettorali nazionali, regionali e locali l’assemblea generale ordinaria è dotata di poteri decisionali in deroga rispetto al presente regolamento, in materia di assetto organizzativo degli attivisti e dei candidati.

TORNA IN ALTO


Art.18 – Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore all’atto di approvazione da parte dell’assemblea generale straordinaria, sostituisce il precedente regolamento vigente e viene pubblicato sul sito istituzionale del meetup “Grilli Modicesi” all’indirizzo web: http://www.meetup.com/Movimento-5-Stelle-Modica  e sul sito ufficiale www.modica5stelle.it

TORNA IN ALTO


Art.19 – Disciplina delle votazioni

A) REGOLAMENTO DELLE VOTAZIONI IN ASSEMBLEA

  • Di seguito viene esplicitata la modalità con la quale gli attivisti del meetup “Grilli Modicesi” possono partecipare tramite votazioni, alla definizione, a maggioranza, della linea di scelte che terrà il gruppo stesso.

B) CHI PUO’ VOTARE

  • Tutti gli attivisti che ricoprono questa carica antecedentemente alla data di convocazione della votazione.

C) DISCUSSIONE DEI QUESITI 

  • Si discuterà del quesito durante una riunione organizzativa e si permetterà ai presenti di esprimere le proprie opinioni. Al termine del tempo dedicato al dibattito si deciderà la modalità del quesito da sottoporre al voto.